L'azienda - Gazzose Ticinesi SA

Vai ai contenuti
La prima fabbrica risale al 1890, anno della sua costruzione da parte di Crispino Cantoni, originario di Novaggio e traferitosi a Bodio in occasione della nascita del piccolo polo industriale. Con il nome di Gazzosa Cantoni la fabbrica resta a Bodio sino alla fine degli anni Sessanta, periodo in cui viene rilevata dalla famiglia Gianelli che la trasferisce a Personico, modificando il nome in Gazzosa Sassi Grossi (dal nome della battaglia omonima, più conosciuta come Battaglia di Giornico). Nel 1972 la fabbrica viene rilevata da Augusto Bontà con il nome di Ambra SA Successori Cantoni, primo passo di un percorso di ampliamenti e ristrutturazioni che porterà all'inserimento nel 1982 di una vera e propria linea di produzione assai all'avanguardia per l'epoca, con la quale Ambra SA (che nel frattempo produce anche per terzi) moltiplica la produzione dalle originarie 400 bottiglie all'ora in 2.500 e da realtà artigianale locale assume via via i connotati di una piccola industria a carattere regionale.
L'ultima ristrutturazione e la nascita dell'odierna Gazzose Ticinesi SA avviene nel 2008 con l'arrivo del farmacista e imprenditore ticinese Luca Bianda. Rileva la fabbrica con lo scopo di creare un polo produttivo di gazzose sul piano ticinese e di rilanciarne la notorietà a livello svizzero. Tutto ciò, sfruttando le sinergie dei vari piccoli produttori e marchi ticinesi, partendo da un’installazione di una nuova linea di imbottigliamento moderna e dinamizzando i processi produttivi. Si è inoltre voluto mantenere la tradizione della fabbricazione di gazzose in Valle Leventina, che si può avvalere di un’importante forza: l’acqua di montagna che sgorga in Val di Nadro.
L’azienda ha voluto fare un ulteriore salto di qualità, introducendo delle norme di qualità HACCP, ISO 9001 per i processi produttivi e IFS (International Food Standard) per lo standard qualitativo del prodotto “gazzosa”. Si è così passati da 3 a 17 impiegati in pochi anni. Nella fabbrica vengono riempite bottiglie in vetro, tappo a corona, tappo meccanico classico, detto “a macchinetta” e PET.
Made With Passion by GT Team
Torna ai contenuti